CONCORSO LACENO D'ORO 2020

LUNGOMETRAGGI – DOC – CORTOMETRAGGI

LUNGOMETRAGGIVEDI GIURIA >>

Red Moon Tide

Lunedì 7 Dicembre
dalle ore 18.00
Regia: Lois Patiño
Durata: 84′
visibile per 72H

Giorno di scuola

Martedì 8 Dicembre
dalle ore 18.00
Regia: Mauro Santini
Durata: 52′
visibile fino al 13 Dicembre

Bad Roads

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 18.00
Regia: Natalya Vorozhbit
Durata: 105′
visibile per 48H

For the time being

Giovedì 10 Dicembre
dalle ore 18.00
Regia: Salka Tiziana
Durata: 71′
visibile per 24H

Le Eumenidi

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 18.00
Regia: Gipo Fasano
Durata: 70′
visibile per 48H

Identifying features

Sabato 12 Dicembre
dalle ore 18.00
Regia: Fernanda Valadez
Durata: 97′
visibile per 24H

GIURIA LUNGOMETRAGGI

Antonio Capuano

Antonio Capuano nasce a Napoli il 9 aprile 1940. Regista, pittore e scenografo è anche autore teatrale, televisivo e titolare della cattedra di Scenografia all’Accademia delle Belle Arti di Napoli. Dopo la gavetta in televisione come scenografo, esordisce da regista nel mondo del cinema nel 1991 con Vito e gli altri, film sulla vita difficile dei bambini di strada a Napoli, con il quale vince l’ottava edizione della Settimana della Critica alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Nel 1996 dirige Pianese Nunzio, 14 anni a maggio, storia di un chierichetto che viene molestato dal parroco della sua chiesa. Nel 1997 collabora a vari film collettivi fra cui I Vesuviani, insieme ad altri registi napoletani come Mario Martone e Pappi Corsicato. Nel 2001 il suo film Luna Rossa gli vale la candidatura al Leone D’Oro della 58° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2005 vince con La guerra di Mario, il Premio dei Critici al David di Donatello 2006. Nel 2018 dirige Achille Tarallo e nel 2020 il film Il buco in testa viene presentato fuori concorso al Torino Film Festival.

Antonio Capuano was born in Naples on 9 April 1940. Director, painter and set designer, he is also a theatrical and television author and holder of the chair of Scenography at the Academy of Fine Arts in Naples. After his apprenticeship on television as a set designer, he made his debut as a director in the world of cinema in 1991 with Vito e gli altri, a film about the difficult life of street children in Naples, with which he won the eighth edition of the Critics’ Week at the International Exhibition of cinematic art of Venice. In 1996 he directed Pianese Nunzio, 14 anni a maggio, the story of a altar boy who is harassed by the parish priest of his church. In 1997 he collaborated on various collective films including I Vesuviani, together with other Neapolitan directors such as Mario Martone and Pappi Corsicato. In 2001 his film Luna Rossa earned him the nomination for the Golden Lion of the 58th edition of the Venice Film Festival. In 2005 he won the Critics’ Award at the 2006 David di Donatello with La guerra di Mario. In 2018 he directed Achille Tarallo and in 2020 the film Il buco in testa was presented out of competition at the Turin Film Festival.

Ognjen Glavonić

Ognjen Glavonić è un regista di Pančevo, Serbia. I suoi film sono stati proiettati ai festival di Cannes, Berlino, Toronto, Rotterdam e tanti altri, vincendo diversi premi. Il suo lavoro è stato anche mostrato in luoghi come il MOMA, il MOMI e il Lincoln Center di New York, il Centro Pompidou di Parigi, ICA a Londra. Tra i suoi ultimi film ci sono: The load (2018), Depth Two (2016) e Živan Makes a Punk Festival (2014). Glavonić è anche il direttore e co-fondatore del Pančevo Film Festival.

Ognjen Glavonić is a filmmaker from Pančevo, Serbia. His films were shown at festivals in Cannes, Berlin, Toronto, Rotterdam and numerous others, winning several awards. His work was also shown at places like MOMA, MOMI and Lincoln Center in New York, Pompidou Center in Paris, ICA in London. Among his latest films there are: The load (2018), Depth Two (2016) and Živan Makes a Punk Festival (2014). Glavonić is also the director and co-founder of Pančevo Film Festival.

Roberto Silvestri

Roberto Silvestri (Lecce, 16 agosto 1950) è un giornalista e critico cinematografico, responsabile di Alias, supplemento di cultura e spettacoli, è stato redattore de il manifesto dal 1976 al 2012. Conduttore di Hollywood Party (Radio Raitre), scrive attualmente su FilmTv. Ha insegnato critica cinematografica al Dams del Salento di Lecce e diretto la collana Illegal & Wanted per Rarovideo. Co-fondatore nei primi anni 70 del cineclub Il Politecnico, è stato tra i responsabili dell’Estate romana di Renato Nicolini. Ha diretto i festival Riminicinema, “Anteprima per il cinema italiano” di Bellaria, “Festival Cinema e Mezzogiorno d’Europa” (Lecce), “Inverso Sud” (Aversa), “Sulmonacinema Film Festival” e le prime due edizioni di “Ca’Foscari Short Film Festival” (Venezia). Ha pubbicato Il cinema contro di Alberto Grifi; Da Hollywood a Cartoonia (Manifestolibri), Macchine da presa (Minimum Fax), il CiottaSilvestri, Cinema – film e generi che hanno fatto la storia e, sempre con Mariuccia Ciotta, Bambole perverse (La nave di Teseo), e Il film del secolo (Bompiani) conversazione su cinema e storia con Rossana Rossanda.

Roberto Silvestri (Lecce, 16 August 1950) is a journalist and film critic, publishing director of Alias, a culture and entertainment magazine. From 1976 to 2012 he was among the editors at il manifesto. He is the host of the radio show Hollywood Party (Radio Raitre), and currently writes for FilmTv. He taught film criticism at Dams in Lecce and directed the Illegal & Wanted series for Rarovideo. He co-founded the film club Il Politecnico in the early 70s and was among the curators of Renato Nicolini’s Estate Romana. He directed Riminicinema festival, “Anteprima per il cinema italiano” in Bellaria, “Festival Cinema e Mezzogiorno d’ Europa” (Lecce), “Inverso Sud” (Aversa), “Sulmonacinema Film Festival” and the first two editions of “Ca’ Foscari Short Film Festival “(Venice). He wrote Il cinema contro di Alberto Grifi; Da Hollywood a Cartoonia (Manifestolibri), Macchine da presa (Minimum Fax), il CiottaSilvestri, Cinema – film e generi che hanno fatto la storia and, together with Mariuccia Ciotta, Bambole perverse (La nave di Teseo), and Il film del secolo (Bompiani), a conversation about cinema and history with Rossana Rossanda.

segui il festival su mymovies

info-3 clicca qui per saperne di più

DOCVEDI GIURIA >>

Marana

Domenica 6 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Giovanni Benini, Davide Provolo
Durata: 64′
visibile fino al 13 Dicembre

Revision

Domenica 6 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Mikhail Zheleznikov
Durata: 4′ 02’’
visibile fino al 13 Dicembre

The forest

Lunedì 7 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Lo Thivolle, Ouahib Mortada
Durata: 16′
visibile fino al 13 Dicembre

Irregular world

Lunedì 7 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: JingLuo
Durata: 39’ 10”
visibile fino al 13 Dicembre

Soon It Will Be Dark

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Isabell Heimerdinger
Durata: 22’ 49’’
visibile fino al 13 Dicembre

Rocha Matriz

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Miro Soares, Gabriel Menotti
Durata: 24′ 59’’
visibile fino al 13 Dicembre

Dissipatio

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Filippo Ticozzi
Durata: 39′ 55’’
visibile fino al 13 Dicembre

Strike Or Die

Giovedì 10 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Jonathan Rescigno
Durata: 93′
visibile per 72H

Il monte interiore

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Michele Sammarco
Durata: 40′
visibile fino al 13 Dicembre

Jeremy

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Pablo Lago Dantas, J. A. Moreno
Durata: 12’ 50”
visibile fino al 13 Dicembre

The Celluloid Woman

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 16.00
Regia: Anantha Krishnan
Durata: 10′
visibile fino al 13 Dicembre

Glitter & Dust

Sabato 12 Dicembre
dalle ore 16.30
Regia: Anna Koch, Julia Lemke
Durata: 92′
visibile per 72H

GIURIA DOC

Antonella Di Nocera

Antonella Di Nocera è un’educatrice, animatrice culturale da molti anni a Napoli, produttrice, fondatrice e presidente di Parallelo 41 produzioni con cui ha all’attivo numerosi documentari pluripremiati tra cui: Corde e La seconda natura di M. Sannino (Torino Film Festival); Il segreto di cyop&kaf (Nomination David di Donatello|Cinéma du réel – Parigi |Sarajevo|DocLisboa); Le cose belle di Ferrente e Piperno (Nastro d’Argento|Miglior doc| miglioor film SalinaDocFest); Aperti al pubblico di S. Bellotti (Gran Prix Nanook – Jean Rouch Festival, Parigi |Miglior doc – Visioni Italiane). Nel 2020 tre film affermati in maggiori festival la fiction Rosa pietra stella a Rotterdam, e i documentari Agalma e L’Armée rouge rispettivamente alle Giornate degli Autori e al Festival dei Popoli. Dal 2014 è coordinatrice del percorso formativo di Arci Movie Filmap – Atelier di cinema del reale e dal 2011 crea e dirige la rassegna Venezia a Napoli. Il cinema esteso.

Antonella Di Nocera is an educator, cultural animator for many years in Naples, producer, founder and president of Parallelo 41 productions with which she has numerous award-winning documentaries including: Corde and La seconda natura by M. Sannino (Turin Film Festival); The secret by cyop & kaf (Nomination David di Donatello | Cinéma du réel – Paris | Sarajevo | DocLisboa); The beautiful things by Ferrente and Piperno (Silver Ribbon | Best doc | best film SalinaDocFest); Open to the public by S. Bellotti (Grand Prix Nanook – Jean Rouch Festival, Paris | Best doc – Visioni Italiane). In 2020, three films have been established in major festivals, the fiction Rosa Pietra Stella in Rotterdam, and the documentaries Agalma and L’Armée rouge respectively at the Giornate degli Autori and at the Festival dei Popoli. Since 2014 she has been coordinator of the training course of Arci Movie Filmap – Atelier di cinema del reale and since 2011 she has created and directed the review Venezia a Napoli. Il cinema esteso.

Danilo Monte

Danilo Monte è un regista, direttore della fotografia e montatore con una forte vocazione realistica e autobiografica. Muove i primi passi nel mondo del cinema al fianco del maestro del cinema sperimentale Alberto Grifi, protagonista del suo primo cortometraggio Komak, dedicato al mondo dei rave party. Nel 2010 dirige, insieme a FIlippo Papini, Heroes and Heroines sulle condizioni di vita dei bambini di strada a Kathmandu, vincitore del premio Italia.doc al Salina Doc Fest; nel 2014 realizza Memorie, in viaggio verso Auschwitz dove affronta il difficile rapporto con il fratello, vincendo il premio AVANTI al 32° Torino Film Festival; nel 2016, in co-regia con la moglie Laura D’Amore, firma Vita Nova, sul tema della fecondazione assistita, il film è selezionato in concorso al 57° Festival dei Popoli e si aggiudica il premio SIAE all’11° Salina Doc Fest; nel 2019 realizza Nel mondo in cui racconta il primo anno di vita di suo figlio Alessandro, ed è presentato in concorso per il 39° Filmmaker Festival.

Danilo Monte is a director, cinematographer and editor with a strong realistic and autobiographical vocation. He takes his first steps in the world of cinema alongside the master of experimental cinema Alberto Grifi, protagonist of his first short film Komak, dedicated to the world of rave parties. In 2010 he directed, together with FIlippo Papini, Heroes and Heroines on the living conditions of street children in Kathmandu, winner of the Italia.doc prize at the Salina Doc Fest; in 2014 he made Memories, traveling to Auschwitz where he faces the difficult relationship with his brother, winning the AVANTI award at the 32nd Torino Film Festival; in 2016, co-directed with his wife Laura D’Amore, signed Vita Nova, on the theme of assisted fertilization, the film was selected in competition at the 57th Festival dei Popoli and won the SIAE award at the 11th Salina Doc Fest ; in 2019 he made Nel mondo in which he tells the first year of his son Alessandro’s life, and was presented in competition for the 39th Filmmaker Festival.

Vladan Petkovic

Vladan Petkovic è nato a Belgrado nel 1978. È giornalista, critico cinematografico, programmatore di festival, traduttore ed educatore. Corrispondente per i territori dell’ex Jugoslavia per Screen International e Cineuropa, Petkovic scrive regolarmente articoli, recensioni, interviste e analisi di mercato per varie riviste e siti web. È programmatore per il Cinema City Film Festival a Novi Sad (Serbia), Skopje Film Festival (Macedonia) e FeKK a Lubiana (Slovenia) e contribuisce come programmatore ospite e consulente per numerosi festival cinematografici internazionali in Europa. Petkovic è a capo degli studi di GoCritic !, un programma di formazione istituito per aspiranti giornalisti e critici cinematografici, in collaborazione con Cineuropa.

Vladan Petkovic was born in Belgrade in 1978. He’s a journalist, film critic, festival programmer, translator and educator. Correspondent for the territories of former Yugoslavia for Screen International and Cineuropa, Petkovic regularly writes news, reviews, interviews, and market analyses for various magazines and websites. He is a programmer for the Cinema City Film Festival in Novi Sad (Serbia), Skopje Film Festival (Macedonia), and FeKK in Ljubljana (Slovenia) and contributes as guest programmer and advisor for numerous international film festivals around Europe. Petkovic is the head of studies of GoCritic!, a established training programme for aspiring film journalists and critics, in collaboration with Cineuropa.

segui il festival su mymovies

info-3 clicca qui per saperne di più

CORTOMETRAGGI – “Gli occhi sulla città”VEDI GIURIA >>

Echoes

Domenica 6 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Mariana Abou Elias
Durata: 3′ 36”
visibile fino al 13 Dicembre

Roll Down (Barranco)

Domenica 6 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Nahuel Vogel, Camila Flores Catino
Durata: 5′ 42”
visibile fino al 13 Dicembre

L’Ennui

Domenica 6 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Benjamin Gadiot
Durata: 16′ 37”
visibile fino al 13 Dicembre

Smoke gets in your eyes

Domenica 6 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Riccardo Giacconi, Paolo Pennuti, Mirko Fabbri
Durata: 10′
visibile fino al 13 Dicembre

Emma Forever

Domenica 6 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Léo Fontaine
Durata: 22′ 30”
visibile fino al 13 Dicembre

The Place of Happiness

Lunedì 7 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Aliosha Massine
Durata: 15′
visibile fino al 13 Dicembre

Papà amore mio

Lunedì 7 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Giulia Siniscalchi
Durata: 5′ 48”
visibile fino al 13 Dicembre

An Irrelevant Dialogue

Lunedì 7 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Moinak Guho
Durata: 30′
visibile fino al 13 Dicembre

Stay Awake, Be Ready

Lunedì 7 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Pham Thien An
Durata: 14′
visibile per 48H

Pistacchi

Martedì 8 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Luca Sorgato
Durata: 13′ 44′
visibile fino al 13 Dicembre

Apnea

Martedì 8 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Irene Dorigotti
Durata: 10′
visibile fino al 13 Dicembre

The Remains (Avashesh)

Martedì 8 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Manoj Babu Panta
Durata: 16′ 27′
visibile fino al 13 Dicembre

Drift (Desvio)

Martedì 8 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Flora Nakazone
Durata: 9′ 19”
visibile fino al 13 Dicembre

Anoush

Martedì 8 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Deniz Telek
Durata: 17′ 50”
visibile fino al 13 Dicembre

Thick Air

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Stefano Miraglia
Durata:14’ 10”
visibile fino al 13 Dicembre

Die Urpflanze

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Olivier Cheval
Durata: 6’ 41”
visibile fino al 13 Dicembre

Noée in the storm

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 11
Regia: Mathilde Chavanne
Durata: 23′
visibile fino al 13 Dicembre

In June (Em Junho)

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Henrique Brazão
Durata: 16′
visibile fino al 13 Dicembre

Destiny (Destino)

Mercoledì 9 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Juan Pablo Copello
Durata: 5′
visibile fino al 13 Dicembre

Finis Terrae

Giovedì 10 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Tommaso Frangini
Durata: 17’ 30”
visibile fino al 13 Dicembre

milkmo(M)on

Giovedì 10 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Carlo Michele Schirinzi
Durata: 12′
visibile fino al 13 Dicembre

Érika

Giovedì 10 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Lara Franzetti
Durata: 9’
visibile fino al 13 Dicembre

Thieves

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Julius Christian Telmer
Durata:14’
visibile fino al 13 Dicembre

Game

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Jeannie Donohoe
Durata: 15’
visibile fino al 13 Dicembre

Coma

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Daniil Kolotov
Durata: 28′ 26”
visibile fino al 13 Dicembre

Obscure Memories

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Michele Andreotti
Durata: 10’ 04”
visibile fino al 13 Dicembre

Entry #1

Venerdì 11 Dicembre
dalle ore 11.00
Regia: Francesco Zucchetti
Durata: 9′
visibile fino al 13 Dicembre

GIURIA CORTI

Damiano Garofalo

Damiano Garofalo è ricercatore e docente alla Sapienza Università di Roma, dove insegna Storia del cinema e Storia della televisione. Dopo aver conseguito un dottorato presso l’Università di Padova, con una ricerca sulla televisione italiana delle origini, ha lavorato come assegnista presso l’Università Cattolica di Milano, occupandosi di circolazione internazionale del cinema italiano. È caporedattore delle riviste scientifiche Cinema e Storia. Rivista di studi interdisciplinari (Rubbettino) e Imago. Studi di cinema e media (Bulzoni).

Damiano Garofalo is a researcher and lecturer at the Sapienza University of Rome, where he teaches History of Cinema and History of Television. After earning a doctorate at the University of Padua, with research on early Italian television, he worked as a postdoc at the Catholic University of Milan, dealing with the international circulation of Italian cinema. He is editor-in-chief of the scientific magazines Cinema e Storia. Journal of interdisciplinary studies (Rubbettino) and Imago. Cinema and media studies (Bulzoni).

Hilal Baydarov

Hilal Baydarov è uno scrittore e regista di Baku, in Azerbaijan. Durante gli anni del liceo, ha vinto due volte i campionati nazionali di matematica nel 2004 e nel 2005. Nel 2011 ha guidato la squadra azera alle olimpiadi dell’informatica. Dopo un master in informatica, Baydarov ha studiato alla Sarajevo Film Academy con l’acclamato regista ungherese Béla Tarr prima di fare il suo primo lungometraggio Hills without names (2018), presentato in anteprima al Montreal World Film Festival, lo stesso anno il suo primo documentario, Birthday, vince il Docu Talent Award al Sarajevo Film Festival. Da allora Hilal ha completato una pluripremiata trilogia di documentari: When the persimmons grew (2019) che ha vinto l’Heart of Sarajevo per il miglior documentario a Sarajevo e il Premio interreligioso e la menzione speciale della giuria a Visions du réel; Mother and son (2019), presentato per la prima volta nella competizione principale all’IDFA; Nails in my brain (2020), presentato in anteprima al Cinema du réel e In between dying (2020).

Hilal Baydarov is a writer and director from Baku, Azerbaijan. During his high school years, he won the national championships of mathematics twice in 2004 and 2005. In 2011 he lead the Azerbaijani team at the informatics olympiad. After a master in computer sciences, Baydarov studied at the Sarajevo Film Academy under acclaimed Hungarian filmmaker Béla Tarr before going on to make his feature debut Hills without names (2018), which premiered at the Montreal World Film Festival, the same year his documentary debut Birthday won the Docu Talent Award at the Sarajevo Film Festival. Since then Hilal has completed an award-winning trilogy of documentaries: When the persimmons grew (2019) which won the Heart of Sarajevo for Best Documentary at the Sarajevo and the Interreligious Award and Special Jury Mention at Visions du réel; Mother and son (2019), which premiered in the main competition at IDFA; Nails in my brain (2020) which premiered at Cinema du réel and In between dying (2020).

Samuele Sestieri

Samuele Sestieri (Roma, 1989) è un regista, sceneggiatore e produttore italiano. Autore dei cortometraggi “Danza al Tramonto”, presentato al festival Cinemambiente 2012 e “Matrioska”, proiettato al Pesaro Film Festival 2018. Insieme a Olmo Amato realizza il lungometraggio “I Racconti dell’Orso” (2015) che dopo essere stato selezionato in molti festival internazionali (tra cui Torino e Rotterdam) è uscito in sala nel 2018 con Milano Film Network e Vivo Film. Nel 2020 scrive, dirige e produce il suo secondo film: “Lumina”.

Samuele Sestieri (Roma, 1989) is an Italian director, screenwriter and producer.
Author of the short film “Danza al Tramonto”, shown at Cinemambiente festival
in 2012 and “Matrioska”, shown at Pesaro Film Festival in 2018; the feature film
realised together with Olmo Amato “I Racconti dell’Orso – The Bear Tales” (2015)
selected at several international festivals, like Torino and Rotterdam, and released
in theatres in 2018 with Milano Film Network and Vivo Film. In 2020 he writes, directs and produces his second feature film: “Lumina”.

segui il festival su mymovies

info-3 clicca qui per saperne di più