Per la terza edizione del contest per cortometraggi “Gli Occhi sulla città” si pone, ancora una volta, al centro del Festival Laceno d’oro la riflessione sulla riorganizzazione e ridefinizione degli spazi urbani, sulla messa in prospettiva dei rapporti tra costruzione e ambiente, uomo e paesaggio, vuoti e pieni. E diventano, così protagoniste della seconda parte del Festival, opere che sanno raccontare aspetti delle città del passato e del presente, o addirittura immaginare prospettive possibili e impossibili di una città del futuro; opere che si pongono in dialogo con l’architettura, la politica, l’urbanistica o che “semplicemente” vedono nella città un “personaggio delle storie” che vogliono raccontare.

Tranne alcuni piccoli accorgimenti, la formula del concorso è rimasta quella degli scorsi anni: aperto a film di ogni genere e nazionalità che abbiano la capacità di riflettere e di ripensare gli spazi urbani e magari di farsi influenzare da essi, ipotizzando modi di produzione e fruizione strettamente legati agli ambienti. Il 27 novembre scorso è scaduto il termine di partecipazione e ora Giovedì 8 al Carcere Borbonico e Sabato 10 dicembre al Cinema Partenio di Avellino verranno proiettati al pubblico del Festival i sedici filmati selezionati dalla giuria, quest’anno composta dagli scrittori, giornalisti e critici cinematografici Luca Ferri, Luigi Abiusi e Carlo Valeri:

  1. ECLIPSE di Eugenia Tiziana Berti Lindblad
  2. PIAZZE DI MILANO di Sandro Lecca
  3. TOPOLÒ di Sander Moyson
  4. MALAGA di Tommaso Giacomin
  5. RABIE CHETWY di Mohamed Kamel
  6. PARUSIA NAPOLETANA di Rosa Maietta
  7. WEIGHT di Edoardo Montaccini
  8. LE COSE ANTICHE di Michele Salvezza
  9. FIAMMIFERO di Lorenzo Ambrosino
  10. SANTA TERESA di G. Capuzzi ed Emanuele Dainotti
  11. AMIRA di Luca Lepone
  12. LA FORESTA MELOGRANO di Chiara Idrusa Scrimieri
  13. GAIWAN di Elia Moutamid
  14. LOST GENERATION di Maurizio Carraro
  15. (IN)FELIX di Maria Di Razza
  16. ELLE di Marco Chiappetta

Vai alla scheda del programma 1
Vai alla scheda del programma 2