Pedro Costa
Premio alla carriera "Pier Paolo Pasolini"

Biografia

Pedro Costa è un regista e sceneggiatore portoghese. Nato a Lisbona nel 1958, Costa esordisce con O Sangue, storia di due fratelli che affrontano la morte del padre. Nel 1995 scrive e dirige Casa De Lava, ambientato a Capo Verde, avvicinandosi così al suo ritorno alla realtà del quartiere Fontainhas, bidonville della capitale portoghese, approdo degli immigrati capoverdiani. Il quartiere diventa lo scenario d’eccellenza dei suoi film successivi, a partire da Ossos girato nel 1997 fra le strade e la gente di Fontainhas. Nel 2000 gira No Quarto da Vanda e nel 2006 con Juventude em marcha racconta le vicende dell’immigrato Ventura, chiudendo così la trilogia di Fontainhas. Nel 2012 firma Lamento de vida jovem, cortometraggio girato per il film collettivo Centro Histórico, diretto anche da Aki Kaurismäki, Víctor Erice e Manoel de Oliveira. Nel 2014 vince il Pardo d’argento al Festival di Locarno con Cavalo dinheiro, nel quale il capoverdiano Ventura è di nuovo protagonista. Con Vitalina Varela, vincitore del Pardo d’oro a Locarno 2019, Costa torna su un personaggio femminile già raccontato: Vitalina, donna capoverdiana che torna a Lisbona dopo i funerali del marito, il defunto Joaquim, amico di Ventura.

ENG version

Pedro Costa is a Portuguese director and screenwriter. He was born in Lisbon in 1958 and made his cinematic debut with O sangue, the story of two brothers facing their father’s death. In 1995 he wrote and directed Casa de Lava, set in Cape Verde, which allowed him to get closer to his native borough, Fontainhas, Lisbon’s shanty town and landing of immigrants from Cape Verde. His borough became the core of his following fetaures, such as: Ossos, shot in 1997 along the streets and among the people of Fontainhas. In 2000 he shot No Quarto da Vanda and in 2006 Juventude em marcha, the story of the immigrant Ventura, which closed the Fontainhas trilogy. In 2012 he directed Lamento de vida jovem, a short film intended to be part of the collective feature Centro Histórico, also directed by Kaurismäki, Víctor Erice and Manoel de Oliveira. In 2014 he won the Leopard for Best Direction at Locarno Film Festival with Cavalo dinheiro, in which Ventura, the man from Cape Verde, is again the main character. In 2019 Vitalina Varela won him the Golden Leopard and allowed him to go back to a character whose story he had already told: Vitalina, a woman from Cape Verde, who returns to Lisbon after his husband’s funeral, Joaquim, a friend of Ventura’s.

La retrospettiva su Pedro Costa

ENG version

Directed by: Pedro Costa
Starring: Ventura, Vitalina Varela, Tito Furtado, Benvindo Tavares
Release Date: 2014
Country: Portugal
Running Time: 104′
Produced by: OPTEC – Sociedade Óptica Técnica, Lda
Distributed by: Zomia

Plot: Ventura, a retired manual labourer, is an immigrant from Cape Verde. In the aftermath of the end of Salazar’s dictatorship, the captains of the Carnation Revolution wander about the streets of Lisbon. Ventura roams the dark corridors of a hospital which is also a prison and a factory; he is either alone or talking to voices and presence, like his friend Joaquim’s, who was wounded by Ventura in an armed conflict, and Joaquim’s wife, Vitalina, who grieves over his death.

Cavalo dinheiro

Regia: Pedro Costa
Cast: Ventura, Vitalina Varela, Tito Furtado, Benvindo Tavares
Anno: 2014
Paese: Portogallo
Durata: 104′
Produzione: OPTEC – Sociedade Óptica Técnica, Lda
Distribuzione: Zomia

Sinossi: Ventura, manovale in pensione, è un immigrato capoverdiano. All’indomani della caduta della dittatura di Salazar, si aggirano per le strade di Lisbona i capitani della Rivoluzione dei Garofani. Ventura vaga nel buio, in un ospedale che è anche prigione e fabbrica, solo o in dialogo con voci e presenze, come quella dell’amico Joaquim ferito da Ventura stesso in un conflitto armato, e della moglie di quest’ultimo, Vitalina, che ne piange la scomparsa.

ENG version

Directed by: Pedro Costa
Starring: Vanda Duarte, Lena Duarte, Zita Duarte
Release Date: 2001
Country: Portugal
Running Time: 170′
Produced by: Contracosta, Pandora Film, RTSI, Vnetura Film, ZDF

Plot: Pedro Costa seems to actually tail Vanda Duarta, who, three years after the previous ‘Ossos’, comes back as main character of the Portuguese director’s work. In a room where the sun is never let in, Vanda sinks into the isolation of drug addiction. Outside her room, along the streets, the ghetto district of Estrela d’Africa, in Lisbon, is slowly dismantled and taken apart. The documentary uses clautrophobic shots to photograph the district’s deterioration and violence, among the deafning noise of the cranes and Vanda’s continuous cough.

No quarto da Vanda

Regia: Pedro Costa
Cast: Vanda Duarte, Lena Duarte, Zita Duarte
Anno: 2001
Paese: Portogallo
Durata: 170′
Produzione: Contracosta, Pandora Film, RTSI, Ventura Film, ZDF

Sinossi: È un vero pedinamento quello di Pedro Costa nei confronti di Vanda Duarte che, dopo tre anni dal precedente “Ossos”, torna ad essere soggetto principale nelle immagini del regista portoghese. In una stanza dove non entra mai il sole, Vanda sprofonda nell’isolamento della tossicodipendenza. Fuori dalla sua camera, in strada, il quartiere ghetto di Estrela d’Africa di Lisbona viene smantellato e demolito poco alla volta. Il documentario fotografa con inquadrature claustrofobiche un mondo trascinato nel declino dalla sua violenza, tra i suoni assordanti delle gru e i colpi di tosse ininterrotti di Vanda.

ENG version

Directed by: Pedro Costa
Starring: Vitalina Varela, Ventura, Manuel Tavares Almeida, Francisco Brito
Release Date: 2019
Country: Portugal
Running Time: 124′
Produced by: OPTEC Filmes
Distributed by: Zomia

Plot: Vitalina Varela, a 55-year-old woman from Cape Verde, arrives in Lisbon three days after her husband’s funeral and after having been waiting for that ticket for more than 25 years. Although the man who betrayed and left her is gone, Vitalina decides to stay in Portugal and mourn his death.

‘Vitalina Varela develops once again the dramatic topic of the emigration from Cape Verde by rescuing from oblivion and invisibility a personal story symbolizing a collective destiny’

Vitalina Varela

Regia: Pedro Costa
Cast: Vitalina Varela, Ventura, Manuel Tavares Almeida, Francisco Brito
Anno: 2019
Paese: Portogallo
Durata: 124′
Produzione: OPTEC Filmes
Distribuzione: Zomia

Vitalina Varela, capoverdiana di 55 anni, arriva a Lisbona tre giorni dopo il funerale del marito, dopo aver atteso quel biglietto aereo per oltre 25 anni. Sebbene il coniuge che l’ha tradita e ripudiata non ci sia più, Vitalina decide di rimanere in Portogallo per elaborare il lutto.

“Vitalina Varela sviluppa ancora una volta il drammatico tema dell’emigrazione capoverdiana togliendo dall’oblio e dall’invisibilità una vicenda personale simbolo di un destino collettivo”.