13 giorni di programmazione non stop, più di 60 appuntamenti, oltre 40 titoli selezionati, 21 incontri con gli autori e poi performance, mostre e workshop. Un cartellone definito da alcuni dei nostri ospiti ‘impressionante’, che non ha sfigurato per quantità e qualità di fronte a quello di rassegne molto più blasonate.

È inevitabile ringraziare tutti coloro che hanno reso questa 41/esima edizione del festival speciale ancora una volta. A partire dal nostro pubblico per arrivare ai tanti ospiti italiani e internazionali,  agli autori, agli artisti, ai musicisti, alle istituzioni e ai tantissimi collaboratori del festival

Ora è il tempo dei bilanci. Anche quest’anno saremo i nostri critici più severi ma possiamo dire che questa edizione invernale ci ha regalato tante piccole soddisfazioni e soprattutto un crescente successo tra gli addetti ai lavori e tanti commenti entusiasti del pubblico, che ci rendono felici e ci spingono a continuare su questa strada. È stato davvero un “festival del cuore”, per prendere a prestito le bellissime parole con le quali il maestro Amir Naderi ci ha salutato quest’anno, ed è un festival che ha tutta l’intenzione di continuare a crescere, senza abbandonare lo spirito con il quale da più di 50 anni continua a parlare del cinema che riflette.

Cominciamo a lavorare alla prossima edizione. Grazie a tutti, davvero.

Pin It on Pinterest

Share This